PROGETTO QUARESIMA

DI FRATERNITA’ 2015

Sistemazione soffitti scuola professionale e rendere agibili i locali del salone multi uso del centro professionale per meccanici a SHIRE – ETHIOPIA

La presenza Salesiana a Shire opera a ricostruire fiducia e speranza per i giovani attraverso il regolare apprendimento nella una scuola che è in fase di sviluppo progressivo fino ai livelli superiori e con la vita socio-ricreativa per mezzo dell’Oratorio quotidiano, eccetto il venerdì (momento dedicato alla vita della Comunità Salesiana e di non interferenza con possibili attività islamiche).

Shire Endaselassie – è una cittadina isolata, all’estremo nord dell’Etiopia, oltre 1.000 Km da Addis Abeba, a poco più di un centinaio di Km dal confine con l’Eritrea.

Si può raggiungere con due ore d’aereo dalla Capitale ma solo nel periodo della secca poiché l’atterraggio/decollo non è praticabile nel breve periodo delle piogge. La pista è costruita in terra battuta e alcuni mucchi di pietre dipinte in bianco ai due lati delimitano la pista stessa. I militari presidiano l’arrivo e la partenza del velivolo onde evitare danni a persone ed animali durante il movimento dell’aereo. Ci sono quattro voli settimanali.

L’isolamento fisico e le frequenti calamità naturali (siccità e relative carestie) unite alla vicinanza e alla tensione con il paese che si è staccato dall’albero millenario comune (Etiopia/Eritrea), crea motivi di insicurezza e paura per un possibile conflitto fra popolazioni aventi le stesse origini, tradizioni e cultura, lo stesso sangue familiare tenuto separato da una decisione più o meno appropriata dalle corti Internazionali.

La natura non è benigna con il Tigray – Stato Federale dell’Etiopia, di cui la zona di Shire è parte. Infatti, offre una stagione produttiva annuale ma a rischio di frequenti siccità, le quali eliminano del tutto la possibilità di produzione agricola che è condotta con sistemi arretrati e su cui fondamentalmente il paese vive.

Le carestie e siccità sono di intensità tale che portano morte e desolazione sia agli animali che alle persone, per i piccoli ed anziani in modo particolare, mentre i più resistenti cercano cibo ed occupazione temporanea altrove: fuori dell’agricoltura non esistono altre alternative di lavoro.

SINTESI DEL PROGETTO

Lavoriamo in un’area lontana ed isolata dalla Capitale Addis Abeba. La scuola conta quasi 500 allievi/e mentre l’Oratorio a seconda dei tempi e delle circostanze è frequentato anche da 900 ragazzi/giovani.

Ci troviamo al quinto anno di operazione.

Sfortunatamente i tetti non furono fatti bene, da qui il gocciolamento che a sua volta rovina anche i soffitti, oltre che mettere a rischio le diverse attrezzature di cui disponiamo.

Ora il tetto è stato riparato, resta il problema della riverniciatura dei soffitti della parte che richiede anche l’intervento di falegnameria e poi rendere agibile la sala multi-uso, questa è la parte più onerosa ed impegnativa.

Il progetto include lacquisto del materiale necessario, di alcuni attrezzi e la manodopera per l’esecuzione del lavoro.

Contributo richiesto a QdF 2015   € 3.300,00

© 2017 Parrocchia Risurrezione del Signore - Torino

Seguici su:                         

Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione, se continui accetti i cookie da questo sito.
Per maggiori informazioni Leggi tutto Accetto